LO STATUTO

In conformità alle disposizioni della Legge regionale n.15 del 16.07.2007

Art. 1

E' costituita in forma pubblica l'associazione denominata "Associazione Pro Loco di Casatenovo" con sede nel Comune di Casatenovo.

Art. 2

Possono essere soci della Pro‐Loco tutti i cittadini residenti nel Comune e non, che operino per il raggiungimento delle finalità dell’Associazione.

Art. 3

 

La Pro Loco è un'associazione su base volontaria di natura privatistica senza scopo di lucro, ma con rilevanza pubblica e finalità di promozione sociale, turistica, di valorizzazione di realtà e di potenzialità naturalistiche, culturali, storiche ed enogastronomiche del Comune di Casatenovo e del territorio circostante.

La Pro Loco è apolitica e apartitica.

La Pro Loco condivide le finalità a cui si ispira l’U.N.P.L.I. (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) ed in particolare il Comitato Regionale Lombardo UNPLI.

Art. 4

 

La Pro Loco, per il conseguimento delle finalità di cui all'art. 3, autonomamente e/o in

collaborazione con il Comune di Casatenovo, con le altre associazioni casatesi e con altre realtà pubbliche e private:

a) organizza iniziative utili allo sviluppo della conoscenza delle attrattive di Casatenovo, anche al di fuori del territorio comunale e svolge iniziative atte a tutelare e valorizzare le bellezze naturali nonché il patrimonio storico, artistico, monumentale ed ambientale;

b) promuove e organizza iniziative (convegni, escursioni, spettacoli pubblici, mostre, festeggiamenti, manifestazioni sportive, fiere enogastronomiche e/o di altro genere, nonché iniziative di solidarietà sociale, recupero ambientale, restauro e gestione di monumenti, ecc.);

Art. 5

I soci della Pro Loco si distinguono in: soci ordinari, sostenitori, benemeriti

Sono soci ordinari coloro che versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall'Assemblea.

Sono soci sostenitori coloro che, oltre alla quota ordinaria, erogano contribuzioni volontarie straordinarie.Sono soci benemeriti coloro che vengono denominati tali dal Consiglio Direttivo per meriti particolari acquisiti a favore della Pro Loco.

Art. 6

Sono organi della Pro Loco:

a) l'Assemblea dei Soci;

b) il Consiglio Direttivo;

c) il Presidente;

d) il Revisore dei Conti

Tutte le cariche della Pro Loco sono gratuite.

Art. 7

L’Assemblea è costituita da tutti i soci i quali hanno diritto di voto, a condizione che risultino in regola con i versamenti delle quote annuali. L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria.

Art. 8

La convocazione dell’Assemblea avviene ad opera del Presidente almeno due volte all’anno o ogniqualvolta ne faccia richiesta almeno un terzo dei soci. La convocazione avviene mediante posta ordinaria e/o elettronica, da inviare ai soci almeno cinque giorni prima di quello fissato per la riunione.

Art. 9

L’Assemblea ordinaria delibera in merito a:

‐ nomina, sostituzione e revoca dei componenti il Consiglio Direttivo;

‐ nomina, sostituzione e revoca dei componenti dell’Organo di Controllo;

‐ approvazione del bilancio di previsione predisposto dal Consiglio Direttivo;

‐ approvazione del rendiconto annuale della gestione predisposto dal Consiglio

Direttivo;

‐ tutti gli altri argomenti sui quali il Consiglio Direttivo ritenga opportuno acquisire

l’autorizzazione assembleare.

Art. 10

L’Assemblea straordinaria, convocata con le stesse modalità prescritte dal precedente art. 8

delibera con voto palese in merito a:

1. modificazioni delle norme contenute nel presente Statuto;

2. scioglimento anticipato della Pro‐Loco

L’assemblea straordinaria delibera validamente con il voto favorevole dei due terzi dei soci

aventi diritto al voto.

Art. 11

L'Assemblea, sia ordinaria sia straordinaria, è valida in prima convocazione, con la partecipazione di almeno la metà dei Soci e delibera con voto favorevole della metà più uno dei voti espressi; in seconda convocazione l'Assemblea è valida qualunque sia il numero dei

partecipanti e delibera con voto favorevole della metà più uno dei voti espressi.

Delle riunioni assembleari e relative deliberazioni dovrà essere redatto apposito verbale firmato dal Presidente e dal Segretario, consultabile da tutti i Soci presso la sede sociale.

Art. 12

Il Consiglio Direttivo è organo deliberativo e dura in carica cinque anni. I componenti del

Consiglio, in numero dispari, tra cinque e nove, sono rieleggibili.

Al Consiglio Direttivo spetta la la nomina del Presidente e di un Vice Presidente.

Sono organi della Pro Loco:

a) l'Assemblea dei Soci;

b) il Consiglio Direttivo;

c) il Presidente;

d) il Revisore dei Conti

Tutte le cariche della Pro Loco sono gratuite.Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della metà più uno dei membri del Consiglio Direttivo ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità è determinante il voto del Presidente.

Il Consiglio Direttivo è investito dei poteri per la gestione ordinaria della Pro Loco ed in particolare gli sono riconosciute tutte le facoltà per il raggiungimento delle finalità sociali che non siano dalla legge o dal presente statuto riservate, in modo tassativo, all'Assemblea.

Spetta inoltre al Consiglio Direttivo la gestione del patrimonio sociale, la formazione di un conto di previsione col relativo programma d'attuazione, la stesura del rendiconto economico e finanziario consuntivo e la relazione sull'attività svolta.

Alla riunione del Consiglio Direttivo il Presidente può invitare persone che siano interessate a particolari aspetti dell'attività della Pro Loco.

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono pubbliche.

Delle riunioni consiliari dovrà essere redatto apposito verbale firmato dal Presidente e dal Verbalizzante ed approvato di volta in volta dal Consiglio stesso, consultabile da tutti i soci presso la sede sociale.

Art. 13

Il Presidente della Pro Loco è eletto dal Consiglio Direttivo nella sua prima riunione con la

presenza della maggioranza dei Consiglieri e a maggioranza dei voti espressi.

Il Vice Presidente è nominato dal Consiglio Direttivo al suo interno con le stesse modalità

Il Presidente dura in carica per lo stesso periodo di vigenza del Consiglio Direttivo. Può essere riconfermato.

In caso di assenza o di impedimento temporaneo sarà sostituito dal Vice Presidente.

In caso di impedimento definitivo o dimissioni verrà dichiarato decaduto dal Consiglio Direttivo che provvederà all'elezione di un nuovo Presidente.

Il Presidente è il rappresentante legale della Pro Loco ha la responsabilità della sua Amministrazione, la rappresenta di fronte ai terzi ed in giudizio, convoca e presiede il Consiglio Direttivo e l'Assemblea dei Soci, è responsabile della conservazione della documentazione contabile della Pro Loco.

Art. 14

Il Revisore dei conti è eletto dall'Assemblea dei Soci anche tra non soci ed ha il compito di esaminare periodicamente ed occasionalmente in qualsiasi momento la contabilità sociale. Il Revisore dei conti dura in carica 5 anni ma decade in caso di decadenza del Consiglio Direttivo; é rieleggibilie.

Art. 15

Le risorse economiche con le quali la Pro Loco provvede al funzionamento ed allo svolgimento della propria attività sono:

1) quote e contributi dei soci;

2) eredità, donazioni e legati;

3) contributi dello Stato, delle Regioni, di Enti locali, di enti o di istituzioni pubblici e privati,

anche finalizzati al sostegno di specifici programmi realizzati nell'ambito dei fini statutari;

4) contributi dell' Unione Europea e di organismi internazionali;

5) entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati;

6) proventi dalle cessioni di beni e servizi a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività

economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliare e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;

Art. 16

La Pro Loco di Casatenovo:

a) aderisce facoltativamente all'U.N.P.L.I. (UnioneNazionale Pro Loco Italia) ed al Comitato Regionale delle Pro Loco Lombardia nel rispetto dello statuto e delle normative U.N.P.L.I.;

b) non può, in nessun caso, distribuire i proventi delle attività fra gli associati, anche in forme indirette, ma dovranno essere impiegati esclusivamente per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle direttamente connesse;

c) ha l'obbligo di reinvestire l'eventuale avanzo di gestione a favore di attività istituzionali statutariamente previste;

d) hal'obbligodidevoluzionedelpatrimonio,incasodiscioglimento,adaltraAssociazione che operi a fini di utilità sociale.

Per tutto ciò che non è espressamente contemplato valgono le norme del codice civile

Contatti

Cascina Levada 1,

23880 Casatenovo (LC)

  • dummy335.5723114

  • dummy info@prolococasatenovo.it

CALENDARIO EVENTI

ISCRIZIONE NEWSLETTER

PROSSIMO EVENTO


INVITO ALLA SCALA

26.01.2019 20:00